Team in cantiere: Oricomo d’argento! 🥈🥈🥈

Dopo la gara Middle di sabato, domenica 9 Maggio nella Foresta del Cansiglio (Tambre – BL) si é corsa la staffetta Middle. Nella categoria ME l’Orienteering Como si é presentato con la formazione Erica Ceresa, Marco Spazzi e Luca Faini, mentre nella categoria M20 ha calato il tris composto da Guenda Zaffanella, Filippo Moscatelli e Tommaso Bocchietti. Proprio con questo team la squadra porta a casa un secondo posto un po’ inatteso ma sicuramente meritato.

Un “Team in cantiere”, presentatosi alla partenza con tanto di nastro bianco/rosso, che può certamente definirsi soddisfatto dell’impresa compiuta sullo stesso terreno dove tra qualche mese si disputeranno le fasi finali del World Orienteering Championship (WOC).

Abbiamo fatto qualche domanda ai nostri ragazzi per sapere qualcosa in più sulla loro gara:

“Te lo aspettavi?”

Guenda : “è stato un risultato inaspettato però sotto sotto lo puntavo dato che le altre staffette erano forti, ma come noi con qualche elemento più debole con cui potevamo giocarcela; come trio ci siamo impegnati tutti abbiamo dato quello che potevamo cercando di rimanere il più concentrati sulla nostra gara”

Tommaso : “Ni, quando ho guardato le liste di partenza qualche giorno prima, ho subito pensato che avremmo potuto fare bene ed ottenere quanto meno un buon piazzamento. Nella Middle di sabato però, nessuno di noi tre ha brillato e sapendo che il giorno dopo la zona di gara sarebbe stata la stessa, le nostre aspettative si sono decisamente affievolite. Fortunatamente siamo partiti tutti e tre con il piede giusto, un elevata concentrazione e, per quanto mi riguarda, una buona dose di sangue freddo. Questo ci ha permesso quindi di costruire una solida prestazione di squadra che ha portato poi all’ottimo risultato”

Filippo : “Prima della gara di sabato c’era nell’aria una sfida lombarda in M20 ma dopo la pessima prestazione di sabato le nostre aspettative per oggi erano calate ma è stato soddisfacente”

“Ti è piaciuta la tua gara?”

Filippo : “la gara molto simile al giorno precedente, qualche errore grossino ma solo nelle lanterne più impervie, tutto sommato gara molto bella non c’é che dire il Cansiglio é un paradiso a sassi”

Guenda : “io personalmente ne sono soddisfatta; tuttavia, guardando le tracce mi sono resa conto che forse ciò che devo migliorare è la sicurezza nella lettura poiché in più punti ho rallentato, non tanto per dove fossi ma per dubbi che lungo la tratta “mi disturbavano”, insicurezza ad avanzare per paura di oltrepassare il mio punto come spesso mi capita.
Però ripeto sono soddisfatta anche perché la gara è stata liscia, pulita e come corsa c’ero è oltremodo fare il lancio in una categoria più “difficile”non è stato male (sono subito rimasta indietro, ma poi al primo punto sono arrivata prima di altri ragazzi è da lì ho pensato che forse potevo giocarmela puntando sulla precisione e la calma è così è stato e di fatto la gara è andata meglio che la Middle dove la foga di fare in fretta anche per recuperare gli errori commessi mi ha portato soltanto a perdermi ulteriormente)”

Tommaso : “La gara personalmente mi è piaciuta molto. I tracciati erano ben studiati e il terreno non era per niente banale, anzi si può tranquillamente dire presentasse diverse insidie. La tecnica giocava quindi un ruolo fondamentale e il fatto di essere andato bene, svolgendo una gara senza grossi errori, mi porta a pensare che questa sia stata la mia miglior prestazione dell’anno. Forse qualche sbavatura di troppo nella parte finale, ma in generale sono molto soddisfatto della mia gara”

“È un secondo posto importante, in un bosco dove tra qualche mese si correranno i campioni del mondo, come ti senti?”

Tommaso : “Semplicemente mi piacerebbe essere li tra i “Campioni del Mondo”, ed avere la fortuna di correre nuovamente con questa carta che non delude mai e regala sempre belle storie e bei ricordi da raccontare”

Guenda : “non saprei dirlo, certamente il bosco penso sarà all’altezza di un evento così, a cui io tengo a parteciparvi alle gare di contorno ma sinceramente dopo questo weekend, voglio ritornare in questi boschi a correre. Il podio ambito si, però ritengo che il divertimento e l’inconfondibilità di questo posto vincano”

Filippo : “Allora partendo dal presupposto che non sapevo che fra poco correranno i campioni del mondo mi sento molto fiducioso per il futuro, se si continua però con fare gare regolarmente. Essere arrivati al secondo gradino del podio nel bosco più complicato e penso anche più tecnicamente complesso dove io abbia mai corso mi ha reso molto felice”

Ovviamente i complimenti sono da parte di tutto il gruppo Oricomo, e i complimenti vanno anche a Erica, Marco e Luca nella loro staffetta ME e a Anna ed Elisa che hanno corso in Direct.

Un augurio a tutti quanti per le prossime gare!!